S. Giuseppe

Parrocchia San Giuseppe al Lagaccio

Una parrocchia impegnata nell'evangelizzazione

Chiesa

La recita natalizia dei cresimati!

Share/Save/Bookmark

recita-cresimati-natale-vigilia-2015-12-24-17-43-48Quest’anno con i ragazzi cresimati abbiamo organizzato una scenetta per il Natale; insieme ci siamo messi d’accordo per scegliere i personaggi e il tema da rappresentare, con l’intenzione di trasmettere un messaggio: far ricordare a tutti il vero senso del Natale.

Dopo aver proposto ai ragazzi di fare la scenetta, Francesco, uno dei ragazzi cresimati, si è offerto di fare il copione; così ci siamo organizzati per fare le prove durante i nostri incontri, con le prove generali il giorno prima della recita.

recita-cresimati-natale-vigilia-2015-12-24-17-40-11Arrivato il grande giorno della rappresentazione, Francesco, Gianpier, Fabrizio, Manuel e Martina avevano paura di dimenticarsi tutto per l’ansia, però si sono esibiti, vincendo così la paura e facendo un ottimo lavoro di gruppo.

La recita è andata in scena questo pomeriggio, pochi minuti prima della Messa della vigilia di Natale. Complimenti sinceri a tutti i ragazzi!

Vedi le altre foto della recita.

Ecco il copione:

Un Natale vero

Componenti: nonna (Marta), figlia (Linda), genero (Michele), nipoti (Martina e Manuel)

NARRATORE: Ed anche quest’anno siamo di nuovo a Natale e la famiglia Lasagna è tutta indaffarata a preparare il grande cenone della vigilia…

LINDA: Allora…?

MICHELE: Allora non ci sta il tavolo a fianco alla parete.

LINDA: Beh, ma se lo metti al centro della stanza non c’è posto per muoversi e poi non ci stanno tutte le persone.

MICHELE: Quindi come lo sistemiamo?

MARTA: Chi mi aiuta a pulire il pesce?? … io devo preparare già le tartine con crudo, salmone, acciuga… a proposito, manca l’acciuga!

LINDA: Avevo detto a mio marito di comprarlo ieri ma c’era la partita… E allora… cosa ci vuoi fare…

MICHELE: Ma io le ho comprate! Le ho messe nella credenza in basso!

MANUEL: Mhh, non ci sono… mi sa che le ha mangiate Milly il gatto della nonna.

LINDA: Ecco perché ieri sera non ha mangiato niente…

MARTA: Martina, per favore, visto che sei sempre con quel telefono a chatellare, potresti renderti utile e andare a prendermene un vasetto?

MARTINA: Uff… va bene…

MANUEL: Oggi cosa si mangia? Ho una fame…

LINDA: Direi poco o niente visto che sta sera a cena ci abbufferemo.

MARTINA: Come al solito…

MANUEL: Secondo te cosa mi regaleranno questo Natale?

MARTINA: Non ne ho idea, cosa hai chiesto?

MANUEL: la PS4, è la cosa che desidero di più, è la cosa che voglio da tanto, tanto tempo, è la cosa che mi farà veramente felice!!!!

MARTINA: Boh? Tu dici? È la cosa che ti farà veramente felice?!

MANUEL (annuisce con la testa per dire si)

MARTINA: (scuote la testa per dire no) Sono cose ! Le cose non danno la felicità !!! Vabbè dai riposiamoci un po’, però sono stufa che ogni anno, il 24 di Dicembre è sempre la stessa storia… si mangia, anzi ci si abbuffa, si aprono i regali, che poi tu (rivolto a Manuel) passata l’Epifania, non ci giochi più e li lasci li…

MANUEL: No, no ti giuro che con la PS4 ci gioco tutto l’anno!!!

MARTINA: Dai riposati… (si addormentano.Nel sonno Martina parla) Voglio un Natale diverso. (al risveglio…)

MARTINA: Voglio un Natale diverso… ci sono! Voglio un Natale vero! Nonna a che punto siamo con la cena?

MARTA: Male Martina mia, male… non abbiamo ancora finito di preparare gli antipasti!

MARTINA: Certo ne avete preparato tantissimi! Con questi ci sfamiamo tutta l’Africa!

MARTA: Ma no tesoro mio, ne abbiamo preparato solo 25 tipi diversi, l’anno scorso la zia Tilde ne preparò 35! Devo fare bella figura anch’io! E poi ci sono i ravioli e l’arrosto e le patate e il dolce e…

MARTINA: E poi saremo talmente pieni che non riusciremo più a muoverci “imprigionati” sul divano… voglio che sia un Natale diverso! Nonna, perchè non mangiamo quello che c’è e poi andiamo tutti alla Messa di mezzanotte? E visto che c’è tanta roba possiamo fare dei pacchettini e regalarli a chi non può permettersi tutte queste cose cosi buone!

MARTA: Ma no , e come facciamo con gli invitati ? E la zia Tilde e lo zio Mario e gli amici, i cugini, devo fare bella figura! Se non preparo il cenone si offenderanno e staranno a criticarmi tutto il tempo dicendo che non gli ho invitati a cena per, per… risparmiare. Lo sai che lo zio Mario ultimamente dice che sono diventata tirchia!

MARTINA: ma noi li invitiamo! Mangiamo quello che c’è e poi andiamo a Messa, tutti insieme! E aspettiamo la nascita di Gesù! Perchè questo è il Natale , il Natale vero!

MARTA: Sì bambina mia, hai ragione… È che a volte le persone si fanno prendere dalla frenesia, dalle apparenze senza pensare ai valori veri… Però faccio in tempo a mettere un panettone in forno,perchè sennò lo zio Mario…

MARTINA: nonna!!!!!

 

 

Nessun commento




Aggiungi un commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>